Migrare a Feisty Fawn a volte è meglio farlo da CD…

Ciao a tutti,

già da ieri 19 c’era la possibilità di migrare alla nuova release 7.04 di Ubuntu; ovviamente io non ho saputo attendere ed ho cominciato già il giorno 19 migrando due PC i386 dell’ufficio dalla Dapper Drake a questa nuova release.

Non vi commento più di tanto la mia contentezza, in quanto sia sul blog di Polycoke che di Trevino, OSS e OS Revolution si possono trovare vari tutorial sulle nuove release, che spiegano quali siano le migliorie apportate alla nuova release.

Oggi ho terminato (cominciando questo pomeriggio alle 16:00 …) l’aggiornamento del Laptop Acer e del Tower di casa.

Tutte le ultime due migrazioni sono state fatte dalla ADSL, mentre in ufficio sono stato costretto ad usare il CD con la ISO masterizzata.

I risultati sono stati positivi in tutte e due i casi, ma ovviamente i tempi di applicazione sono drasticamente diversi, in quanto c’è tutto il mondo che scarica dai server Europei e non. La soluzione sta nel cercare servers mirror in posti insoliti o mai usati (Africa, ecc.) per scaricare con una buona velocità.

Questo pomeriggio il baud/rate è sceso dai 280kb/sec fino a circa 15-20 kb/sec. , roba da pazzi. Rimane sempre anche il solito problema di intasamento dei DNS nazionali italiani….

Credo che questa installazione darà del vero filo da torcere al noto M$Vi$ta, e spero che porti molti di voi a lasciare M$ per passare all’Open Source (non mollo MAI…), lasciando perdere la ricerca di eventuali copie kraccate e non dei vari applicativi che vi occorrono.

Se avete qualche problema, rimango a disposizione per informazioni e soluzioni del caso, per quanto riguarda la parte Linux.

Okkio che se avete HD piccoli su i PC, la prcedura di Upgrade vi obbligherà a lasciare ampio spazio sia su / che /usr e /boot.

Modifica del 26.04.2007:Ora i servers di Canonical si sono liberati, in parte, del collasso di connessioni dovuto alle richieste automatizzate di aggiornamento della release Feisty Fawn 7.04, quindi già da ieri è possibile provare ad aggiornare atrraverso il vostro gestore aggiornamenti preferito.

Da riga di comando, l’aggiornamento della release è spiegato in modo molto semplice sul blog di ubuntu italia.

Fatemi sapere.

Alle prossime, Polettopn.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: