La prossima versione LTS di Ubuntu si chiamerà Airone Audace!

Ciao,

un’ulteriore notizia, proveniente da e-linux.it:

La prossima versione di Ubuntu avrà nome in codice “Hardy Heron” e porterà con se anche un’estensione significativa del periodo di supporto offerto. Sempre più entusiasmo e successo per una delle più popolari distribuzioni linux.

News Linux Ubuntu è ormai divenuta una delle distribuzioni di riferimento nel mondo Linux, sia per chi si avvicina per la prima volta al mondo linux, sia per chi da tempo cercava una distribuzione solida e perfetta anche per l’utilizzo desktop.

Il team di sviluppo di Ubuntu si prepara ora al rilascio, ormai prossimo, della versione di Ubuntu 7.10, tuttavia pensa già al futuro, alla prossima major release della distribuzione, nome in codice “Hardy Heron” (Airone Audace). A dare l’annuncio è stato proprio Jono Bacon, comunity manager di Ubuntu; la prossima versione avrà un periodo di supporto esteso, ovvero di 5 anni per la versione server di Ubuntu e 3 anni per la versione desktop.

La prossima major release verrà presentata come Ubuntu 8.04 e sarà pronta solo per Aprile 2008: non sono ancora stati rivelati i dettagli sui progetti e sulle features della nuova versione, tuttavia Jono ha invitato la comunità a contribuire ancora allo sviluppo della distribuzione con idee e supporto.

Alle prossime,

Paolettopn

Annunci

Mi si è “azzoppato” il router… vado a rilento per un pò…

Ciao a tutti,

questa mattina mi si è azzoppato il router, ovvero la parte wifi è andata a farsi benedire!! OUT OF SERVICE !

Si, il wifi non va più e sono rimasto connesso tutto il giorno sulla LAN con un cavo UTP di soli due metri (non ho altro in casa, il resto è rimasto in ufficio e io sono ancora in ferie).
Ho dovuto provvedere a stendere alcune prolunghe telefoniche e di alimentazione, per portare più comodamente tutto l’hardware occorrente vicino alla mia postazione di lavoro.

Oh porca miseria, come fare a risolvere ‘sto problema di domenica mattina??

Alle ore 11 accendo la radio e per caso ascolto una delle tante fastidiose interruzioni pubblicitarie. Questa volta, invece, non è stata fastidiosa ma mi ha permesso di ricordare che uno degli “ovvi” supermercati della tecnologia rimane aperto anche la domenica.

Bene, mi sono fatto un caffè e via…

Non ve la faccio lunga. Ho finalmente sostituito il vecchio router Digicom WAVE ADSL wifi con un piccolissimo e belllissimo router Netgear, ADSL+2, wifi e chi più ne ha più ne metta. Il supermercato faceva degli sconti del 35% e allora….

La prima configurazione con Ubuntu è stata quasi una piccola tragedia ma dopo aver preso la connessione ADSL il gioco è stato molto più semplice. La fabbrica cinese prevede di usare un CD solo  con S.O.  M$ozt. Ma io persevero…

!/2 ora per ripristinare le vecchie connessioni (IP, WAP, filtri) alle varie attrezzature di rete e sono ritornato di nuovo attivo !

Domani vedrò di personalizzare il firewall, DMZ e altri affari… per oggi basta cosi! E chissà che domani non mi venga anche la voglia di aprire il vecchio router e darci un’occhiata… mah!

Dell’inefficienza della parte WIFI dei vari router Digicom ne avevo già sentito parlare, ma cambiare ben 2 router in 1 anno mi è sembrato un pochino troppo !! (Il cambio è sempre avvenuto in garanzia…).

Vari servizi ora non li posso usare a causa delle porte che vengono bloccate in ingresso dal mio firewall, ma a tutto c’è un tempo.

Bene, non voglio annoiarvi oltre e quindi la concludo qui.

Una buona notte e ci si vede più vecchi…

Paolettopn

Con G4L sarà sempre più facile clonare i vostri hard disk!

Ciao a tutti,

sul Planet di Ubuntu-it, ho trovato questo fantastico articolo che può aiutare ogni sistemista a levarsi dai guai in poco tempo.

La versione ISO più nuova da scaricare è la g4l-v0.23, il sito per prelevarla è sourceforge.net

Leggete il seguito…

 

Ghost per Linux clonazione facile di un hard disk

24 08 2007

 

 

Ecco un interessante distro che dovrebbe essere nel cassetto di ogni buon sistemista, Ghost for Linux è un ottima alternativa opensource Norton Ghost ed è in grado di clonare un intero hard disk senza problemi.
Come detto prima è una mini distro di soli 32mb con tanto di interfaccia grafica minimale ma efficace.

Con la nuova versione 0.23 è stato incluso il supporto per NTFS-3g, con questa nuova funzione è dunque possibile salvare il backup anche su partizioni NTFS

Inoltre è ora possibile trasferire i file della LiveCD su una pendrive USB bootable per poter avviare anche da questo tipo di dispositivi.

Maggiori dettagli sono disponibili sulla release sono disponibili su Freshmeat non esistendo di fatto il programma appartenente a un sito del progetto.

Download: Ghost for Linux 0.23

Fonte: OSSBlog

Un saluto,

Paolettopn

Il nuovo editor video per Linux e Win. Vivia…

Ciao a tutti,

a quest’ora c’è veramente poco da vedere in TV e allora parte la voglia di controllare e migliorare il proprio blog.

Controllando le mie Statistiche, sono passato a dare un’occhiata al blog del buon divilinux.

E che ho trovato tra i suoi post ? Risposta facile, l’ho già detto nell’oggetto di questo post.

Per saperne di più, andate a leggere direttamente il suo post a questo indirizzo: http://divilinux.wordpress.com/2007/08/23/vivia-the-video-editor/

Tutte le altre notizie sull’argomento, le trovate sul web di vivia, a questo link: http://vivia-video.org/

Un saluto,

Paolettopn

Migrare M$ in VMware su linux. Ora si può… con VMware Converter!

Ciao a tutti,

agganciandomi a quanto detto con il post precedente, visto che avete già il vostro VMware client su Linux, ora non vi resta che portare gli altri sistemi operativi M$ a lavorare sulla macchina Linux.

Come fare? Beh, ovvio (lo dice il titolo di questo post..), con VMware converter.

Leggendo sul blog di Maurizio Pellizzone, ho trovato il sistema per risolvere questo ulteriore problema, che continuavo ad avere in ufficio.

Sul lavoro girano vari server molto potenti, che mi permettono di far girare varie macchine virtuali. Ultimamente usavo Virtualbox per fare questo lavoro e ora ho scoperto che VMware è ancora il software più veloce tra i due.

Per sapere come fare per importare l’intero sistema operativo della macchina reale sul vostro amato sistema con il pinguino, fate come descritto nell’articolo di Maurizio a questo link: http://maurizio.mavida.com/2007/02/26/vmware-converter-per-migrare-al-virtuale/

Vi auguro un buon lavoro.

Un saluto,

Paolettopn

Usare VMware player al posto di Virtualbox.

Ciao a tutti,

dopo varie prove fatte sul mio fedele laptop utilizzando Virtualbox, per far girare altri sistemi operativi diversi dalla mia Feisty, ho voluto provare ad utilizzare il programma VMware.

Si, lo so che VMware non è proprio open source, ma la necessità aguzza l’ingegno.

Come ho fatto?? Molto semplice. Ho avviato il gestore sorgenti Synaptic e ho selezionato i seguenti pacchetti:

  • vmware player;
  • vmware playe-kernel-modules 2.6.20.16.28.1
  • vmware playe-kernel-modules (della versione corrente…)

Ho lanciato l’aggiornamento e ho risposto in modo affermativo alla richiesta di approvazione della licenza.

Tutto qui. Il programma d’installazione controllerà il vostro server grafico, NAT, rete, ecc. e poi installerà il programma.

Bene, ora bisognerà cercare un file immagine da dare in pasto a VMware. Per questo non ci sono problemi, in quanto sia sul sito di Vmware che in altri siti europei troverete dei file compressi da scaricare.

Io ho trovato in internet un sito inglese da dove scaricare vari sistemi operativi Linux, già pronti per l’uso.

L’indirizzo eccolo qui: http://www.thoughtpolice.co.uk/vmware/

Altrimenti cercate un’ulteriore soluzione sul sito di VMware: http://www.vmware.com/vmtn/appliances/directory/

oppure su quello di Bagside, a questo indirizzo: http://www.bagside.com/bagvapp/index.html

Buon divertimento e buon lavoro.

Un saluto,

Paolettopn

E dopo il Gibbone Coraggioso arriverà l’Airone Ardito!

Ciao a tutti,

la notizia sembrerebbe certa !!

Dagli ultimi commenti in rete, sembrerebbe che il nome della nuova release, sia definitivamente questo.

La fonte della notizia è : Tuxlinux… la combriccola del pinguino.

Un saluto,

Paolettopn