Mi trasferisco… per dare di più…

Ciao a tutti,

grandi novità all’orizzonte!!

Si, l’ho scritto nel titolo e lo confermo; mi trasferisco in un dominio tutto mio per darvi molto di più !!

È attivo già da oggi, il dominio http://www.paolettopn.it  .
Datemi solo il tempo di trasferire questo blog e cominceremo a divertirci di più.

Sono previsti dei nuovi servizi e delle nuove sezioni, attendete solo un pochino e quanto vi sto dicendo diverrà una realtà.

Un saluto,

Paolettopn

Oracle 10g Express Edition su Linux Debian (Ubuntu). Ora si può fare !

Ciao a tutti,

dopo aver letto questo post di imu sul suo blog, ho fatto delle prove, in casa, ed ho finalmente potuto lavorare su un server Oracle installato su Debian Ubuntu 6.10. Grande !!

Un grazie particolare va al relatore dell’articolo, Simone Saravalli, che ha saputo indicare con semplici passaggi tutte le operazioni da fare per realizzare ciò.

Fino ad ora, Oracle aveva indicato che i suoi software giravano sicuramente su Suse e RedHat, ma ora è un’altra cosa.

Provare per credere, sorattutto se sul Vs. server Debian fate girare anche altri servizi, come APACHE2, LDAP, POP, DHCP, FIREWALL e vari servizi di Backup / Restore.

Adesso si tratta solo di vedere come si comporterà il Sistema con tale carico di lavoro.

Alle prossime, Paolettopn.

Internet Expolorer 7 su sistemi Linux. Si può, ma come fare ?

Ciao a tutti,

NO non  sono impazzito e nemmeno voglio farvi tornare la voglia di usare il browser IE.

Questo post lo scrivo per aiutare tutti gli amici che (purtroppo) devono usare IE per visualizzare correttamente alcuni siti web o peggio delle interfacce dati Oracle (come nel mio caso…) che altrimenti sarebbero impossibili da visualizzare usando gli altri browser open source (Firefox, Opera, ecc. ) .

Dando per scontato che il vostro sistema operativo non sia M$oft, almeno lo spero….  per installare IE7 sulle piattaforme linux i comandi da dare sono semplicissimi.

Con il programma Synaptic, scaricatevi ed installate Wine e cabextract, oppure scaricateli da qui: wine  cabextract

Scaricate IEs4linux da qui e poi estraetelo.  Lanciare l’eseguibile ‘ies4linux’ per installarlo. Tutto qui.

IEs4Linux è gratis, open source, sotto licenza GPL. Ma IE è propietà Microsoft, c’è il copyright, ed è necessario accettare la loro licenza.

Nota bene che per installare qualsiasi programma MS incluso in IEs4Linux, è necessario avere una licenza Windows. IEs4Linux non chiederà nessun seriale, ed è possibile anche essere sprovvisti di licenza: il tutto funzionerà senza alcun problema; ma è illegale e non ci voglio avere niente a che fare.

E si dovrebbe accettare anche la licenza EULA per il Adobe Flash .

Buon lavoro e alle prossime, Paolettopn.

Un buon amministratore di database Oracle per Ubuntu Edgy.

Come vi avevo già detto in un mio post precedente, durante il mio lavoro ho la necessità di effettuare dei controlli da admin su vari database Oracle presenti sui servers dell’azienda.

Usando il sistema operativo MS XP SP2, non vi erano problemi sulla scelta dell’applicativo;sarei andato ad occhi chiusi scegliendo TOad, un noto editor / browser / debugger per amministrare Oracle nelle sue varie versioni.

Guardando qua e là in rete mi è comparso il sito della Quest, ma loro non forniscono applicativi Open Source per Linux.
Effettuando un paragone su Google, mi è saltato fuori un link che mi ha dato l’idea di usare TOra.

TOra fa quasi le stesse cose che fa l’altro software, ma è Open Source, rilasciato per Linux ed addirittura presente nell’elenco dei pacchetti per Ubuntu come :  1.3.16-1ubuntu1   universe.

Il passo è stato breve; documentandomi ho visto che questo software non necessita di ulteriori pacchetti per colloquiare con Oracle, mentre per colloquiare con mySQL e PostgreSQL bisogna installare qt3 .

E’ gia da un pò che lo uso, con discreto successo. Per lavori più impegnativi sono costretto ad usare il PC dell’ufficio con l’altro  applicativo per MS XP.

Spero, con questo post, di aver aiutato qualcuno della comunità e non.

Per chi volesse addentrarsi nella cosa, vi segnalo il blog di m4zi , dove spiega anche la procedura da seguire per farlo funzionare è installare l’oracle client, configurarlo, scaricarsi i sorgenti di Tora e ricompilarli con l’opzione opportuna.

Alle prossime, Paolettopn.

Lavorare assieme ad Oracle 9i e Apache Tomcat .

Da circa tre anni sto lavorando con degli applicativi funzionanti in Oracle 9.i, con ben poca disinvoltura.
Infatti io provengo, sempre come autodidatta, dal mondo Access ed ancor prima DB3Plus con Clipper, prima di aver conosciuto Linux; ora ho cominciato a lavorare in mySQL e qualcosa in PHP.

Per obblighi di ufficio sono stato costretto ad avvicinarmi, con pochissima confidenza, ai sistemi Oracle installati su più servers aziendali. In questi tre anni il training di DBA administrator me lo sono dovuto fare da solo, aiutandomi di tanto in tanto con qualche ‘bibbia’ scritta in lingua madre (inglese, per chi legge).
Mi sono sempre domandato come mai la maggior parte dei manuali tradotti nella nostra lingua, con quello che costano, non descrivano le stesse cose che sono previste e descritte nei manuali in lingua madre inglese. Sembrerebbe che gli autori abbiano voluto per forza metterci qualcosa di personale nella descrizione tecnica dei vari paragrafi. Già è molto difficile, a volte, comprendere il vero significato di quanto è stato descritto in poche righe sul programma, immaginiamoci dopo la ‘traduzione’ .

Beh, dopo questo piccolo sfogo, non pago della mancata istruzione sul DBA (Data Base Administration) mi sono cimentato nell’amministrazione del sistema web che collega i database di Oracle agli utenti .
Con mia soddisfazione iniziale ho potuto notare che il sistema di interfaccia web con l’utente è stato realizzato con il programma Apache Tomcat. Finalmente qualcosa di Open Source, mi sono detto.
Qui la storia è diversa, abituato come sono a Linux, l’albero dei files è leggermente differente, in quanto tutti i sistemi sono stati volutamente installati su servers Win 2003, ma il funzionamento è molto più semplificato.

Pazienza, a volte bisogna fare buon viso a cattiva sorte. Comunque tutto il progetto sta continuando ad andare avanti, salvo qualche piccolo intoppo in Oracle , che risolvo prontamente con TOra, applicativo di amministrazione Oracle che gira su Linux.

I servers ed i clients riesco a controllarli da remoto tramite l’applitazione Gnome-RDP, scavalcando il problema di dover utilizzare il browser Explorer per alcuni lavori (che non ho su Linux , ma uso in remoto quello di un qualsiasi client dell’azienda).

Gradirei scambiare qualche opinione ed avere qualche eventuale consiglio da voi, scambiando qualche parola su metodi e soluzioni adottate.

Gradirei scambiare informazioni riguardanti l’uso di TOra e Toad per Win.

A voi la penna, Paolettopn.